Sei un Commercialista o un Avvocato? Sei un Imprenditore o un Libero Professionista?

Onestamente, non so come tu possa dormire la notte. Forse solo per incoscienza.
Dormi solo perché non hai ben compreso, o forse non sei stato informato su quello che oggi rappresenta uno dei pericoli più micidiali
ai quali i tuoi dati, e quindi la tua attività, siano mai stati esposti.

I cryptovirus rappresentano una particolare tipologia di ransomware, e ogni giorni migliaia di aziende
ne vengono colpite. In quasi tutti i dati le aziende perdono dei dati, a volte anche tutti, e ti lascio immaginare cosa potrebbe
significare per la tua attività un evento del genere. Nella migliore delle ipotesi rappresenterebbe un costo dovuto
al fermo macchine per tutto il tempo necessario al ripristino, ma devi sapere che il ripristino non è garantito.
Spesso tutti i dati colpiti dal malware sono irrecuperabili, e questo scenario credo sia ancor più devastante della perdita economica.

CryptoLocker, CryptoWall, TeslaCrypt, Locky… Questi sono sono alcuni dei nomi che devi memorizzare.
Si tratta di alcune varianti di cryptovirus, e sono quelle che ultimamente hanno causato perdite milionarie

alle aziende di tutto il mondo.

Ho scritto questo ebook per fare in modo che tu non dovessi entrare a far parte della statistica
di coloro che hanno subito perdite. Forse oggi non hai ancora subito un attacco, ma sicuramente lo subirai.
In questi giorni essere bersaglio di un cryptovirus non rappresenta una possibile eventualità, bensì una matematica certezza.
A te sta decidere come affrontarlo: da vittima ignara o da preparato combattente.

Insieme possiamo vincere, quindi scarica subito l’ebook gratuito e comincia a rinforzare le mura del tuo business!
Leggendolo capirai cosa sono e come agiscono i cryptovirus, come innalzare delle misure di difesa efficaci
e come ridurre il rischio di infezione al minimo possibile.

Il Libro

cosa troverai nelle pagine che ti sto per regalare

Cos'è un ransomware?

Una panoramica su ransomware e cryptovirus. Cosa sono e perché sono stati creati.

La diffusione

Come si propaga un ransomware e perché non parlo di "se", ma di "quando".

I 4 cavalieri dell'Apocalisse IT

Quali sono le 4 falle che un ransomware sfrutta per propagarsi

Le 6 armi per la tua difesa

3 armi "gratuite" e 3 armi "commerciali" per ridurre al minimo il tuo rischio di infezione

Di cosa si parla

qualche pagina di esempio estratta dal libro

La prima arma

La prima arma a tua disposizione è a costo zero. Si tratta di uno stato mentale che puoi ottenere con poco sforzo, ed è in grado di polverizzare il primo cavaliere dell’Apocalisse IT.

Dovrai maneggiare l’attenzione come un maestro Jedi maneggia la sua spada laser, e richiamarla a te semplicemente allungando la mano. Solo così ridurrai al minimo il rischio di apertura accidentale di un allegato “problematico”.

Per arrivare a questo livello puoi aiutarti con alcune semplici domande, da porti quando ricevi una mail sospetta (anche una non sospetta, in realtà, perché sarà proprio lei a fregarti in modo ancor più subdolo).

1. Conosco la persona che mi ha inviato la mail?
2. Aspettavo qualcosa da lui/lei?
3. Il testo del messaggio è scritto in italiano corretto?
4. L’allegato è del tipo atteso? .doc, .pdf, oppure nasconde una seconda estensione .exe, .js, .vbs…

Rispondendo NO a una qualsiasi di queste domande, dovrà scattare il campanello d’allarme. Immediatamente.

La prima arma

La prima arma a tua disposizione è a costo zero. Si tratta di uno stato mentale che puoi ottenere con poco sforzo, ed è in grado di polverizzare il primo cavaliere dell’Apocalisse IT.

Dovrai maneggiare l’attenzione come un maestro Jedi maneggia la sua spada laser, e richiamarla a te semplicemente allungando la mano. Solo così ridurrai al minimo il rischio di apertura accidentale di un allegato “problematico”.

Per arrivare a questo livello puoi aiutarti con alcune semplici domande, da porti quando ricevi una mail sospetta (anche una non sospetta, in realtà, perché sarà proprio lei a fregarti in modo ancor più subdolo).

1. Conosco la persona che mi ha inviato la mail?
2. Aspettavo qualcosa da lui/lei?
3. Il testo del messaggio è scritto in italiano corretto?
4. L’allegato è del tipo atteso? .doc, .pdf, oppure nasconde una seconda estensione .exe, .js, .vbs…

Rispondendo NO a una qualsiasi di queste domande, dovrà scattare il campanello d’allarme. Immediatamente.

La seconda arma

Immagino quante volte avrai sentito dire: “Windows fa schifo, è pieno di bug e quindi esposto ai virus… dannata Microsoft!”.

In realtà dobbiamo sfatare un mito e mettere le carte in tavola, una volta per tutte. Windows è stabile da anni, e non ci sono stati bug così eclatanti da dover mettere in agitazione le masse.

Heartbleed, forse la peggiore falla della storia dell’informatica, ha interessato oltre mezzo milione di web server considerati sicuri.

Oltre mezzo milione di server Linux.

Oggi la maggior parte delle vulnerabilità non interessa il sistema operativo, ma le applicazioni installate. Sapevi, ad esempio, che il plugin di Adobe Flash è uno dei principali responsabili di violazioni informatiche?

Quello che devi fare, per limitare il rischio di esposizione ad attacchi informatici, è mantenere il tuo sistema aggiornato. Devi sempre installare le patch di sicurezza rilasciate dai produttori software, compresi:

• aggiornamenti del sistema operativo, soprattutto quelli di sicurezza;
• service pack del sistema operativo e delle applicazioni installate;
• nuove versioni delle applicazioni;
• nuovi driver relativi all’hardware.

La terza arma

Come scritto qualche pagina fa, mi è capitato di vedere aziende senza antivirus per i motivi più disparati:

• Perché rallenta il PC;
• Perché tanto stiamo attenti;
• Perché i PC sono tanti, e mi scoccia pagare una licenza per ciascuno;
• Perché tanto noi internet lo usiamo poco;
• …

Posso svelarti un segreto senza che tu lo dica a nessuno? Bene, se i miei clienti non avessero avuto un antivirus, negli ultimi due anni sarebbero stati tutti colpiti da un ransomware.

TUTTI, nessuno escluso!

L’antivirus è spesso la prima linea di difesa dopo il crollo delle mura dell’attenzione. E’ quello che fa il lavoro sporco, infilzando al cuore i nemici mentre strisciano a terra, cercando di non essere visti. Non ha paura di sporcarsi le mani e non teme nulla.

Hai ricevuto una mail che ti ha insospettito, ma te la manda Andrea Monguzzi… Mica puoi cancellarla così, mentre magari conteneva il documento del secolo… Ma si, dai, di Andrea ti puoi fidare!

OTTIENI SUBITO LA TUA COPIA GRATUITA

sconfiggi i 4 Cavalieri dell’Apocalisse IT e evita di spendere tempo e denaro per cercare di riparare il danno

Richiedi ora la tua copia!

Cosa dicono i lettori?

i commenti di qualche lettore che ha già divorato il libro

Nicola Di Nozzi - Tecnos S.r.l.

Nicola Di Nozzi - Tecnos S.r.l.

Sono stato tra i primi a leggere il libro di Andrea, fatto di elementi concreti, senza noiosi tecnicismi e capace di arrivare dritto al punto. Come titolare di una software house che conta migliaia di clienti, specializzata nel settore degli impiantisti elettrici e idraulici, ho voluto consigliare a tutti loro di scaricare e leggere questo testo gratuito. Sono sicuro che la lettura risulterà piacevole anche a chi, come loro, non è prettamente un tecnico informatico. Sono certo che contribuirà a salvarne molti.

Gionata Frau – StorageCraft Technology Corp.

Ho seguito il progetto di Andrea fin dal principio, e credo che con questo ebook abbia centrato in pieno l'obiettivo prefissato: quello di informare e sensibilizzare l'utenza in merito ai nuovo rischi informatici. Come lui, sono convinto che queste minacce si diffondano grazie alla mancanza di informazioni dirette agli utilizzatori. Oggi Andrea ha lanciato il sasso; ora sta agli utenti raccoglierlo e seguire le indicazioni fornite per ridurre al minimo il rischio di vedere i propri dati compromessi, con conseguenti perdite di tempo e denaro nel migliore dei casi.

Gionata Frau – StorageCraft Technology Corp.
Marco Gallazzi - Achab Srl

Marco Gallazzi - Achab Srl

Finalmente un libro semplice, con le cose da fare, dedicato alle vere vittime dei virus. Senza inutili paroloni, cerca di educare le persone alla sicurezza informatica, senza lasciarla in mano ai soli tecnici. La speranza è che una maggiore informazione possa scongiurare il dilagare dell’epidemia dei Cryptovirus. Decisamente un libro da leggere, non solo da chi vive di informatica

Natale Perucchini – Vulcano Sas

Con questo libro non ci sono più scuse: ogni utente che usa un pc dovrebbe leggerlo e cercare di seguire le semplici regole indicate anche se non è un esperto di informatica. E poi come non ricordare i bonus contenuti, un regalo per ridurre al minimo i rischi di essere la prossima vittima. Un libro da diffondere, come abbiamo fatto noi per tutti i nostri Clienti.

Natale Perucchini – Vulcano Sas

Su Andrea Monguzzi...

Chi sono e perché scrivo

Da diversi anni ho scelto di dedicarmi in modo massiccio ad aiutare Imprenditori e Aziende a proteggere i propri dati, oltre che alla mia attività di sistemista Microsoft. A chi richiede la mia consulenza, offro un supporto completo per la valutazione dei rischi e per l'implementazione di procedure e sistemi di disaster recovery, business continuity e sicurezza dei dati. Sui miei canali social cerco di diffondere agli imprenditori quella consapevolezza, spesso mancante, utile per capire che i dati rappresentano il bene principale di qualsiasi azienda e come tali vanno trattati e tutelati.

Un ringraziamento speciale

Un grazie particolare va a tutti i miei clienti, che da anni mi seguono in modo fedele e assecondano tutte le mie "fissazioni" in materia di sicurezza, consapevoli del fatto che tutte le mie scelte e i miei consigli sono mirati per aumentare il loro livello di protezione dei dati, e sono frutto di innumerevoli studi e altrettante notti insonni. E' grazie a loro se questo testo ha preso vita ed è offerto gratuitamente, in modo che tu possa leggerlo ed ottenere gli stessi benefici.

Hai qualche domanda? Puoi farmela!



Ransomware & Cryptovirus: sei armi per difendersi

richiedi la tua copia gratuita inserendo qui nome e indirizzo email

Inserendo qui sotto il tuo indirizzo di posta elettronica, riceverai subito una mail con il link per scaricare
l’ebook gratuito. Ti consiglio di usare il tuo indirizzo e non delle mail generiche, come info@…, admin@…, postmaster@
perché con questi indirizzi potrebbero essere richiesti passaggi di autenticazione ulteriori, per evitare il fenomeno dello spam.